Layout

Cpanel

Renzi ha sempre tuonato contro l'occupazione della Rai da parte dei partiti, faceva parte del suo copione:dire alla gente quello che la gente voleva sentirsi dire.
Quando si è trattato di fare le nomine ha fatto esattamente il contrario di quello che aveva detto.
L'unico cambiamento che si registra sotto la sua gestione è che si è passati dalla spartizione della prima repubblica all'occupazione dell'era renziana.
Buona domenica e buona settimana.

Con Renzi il cambiamento è un notevole peggioramento.
Non voglio parlare tanto del caso Guidi perché la pubblicazione delle intercettazioni non mi piace ,così come non mi piace l'atteggiamento di Renzi, sempre portato a scaricare le responsabilità sugli altri senza assumersele in prima persona.
Quello che mi interessa dire, invece,è che questo governo ha una politica economica profondamente sbagliata ed un approccio alle esigenze reali del paese e del sistema produttivo fatto di slogan e di difesa di interessi particolari.
Renzi va in Europa a fare la voce grossa, senza essere ascoltato, non per sostenere una vera riforma che abbassi la pressione fiscale ma ,al contrario,per poter aumentare la spesa pubblica a fini elettorali.
Le misure da lui varate non hanno rilanciato un bel niente e, nonostante il contesto internazionale favorevole,siamo l'unico paese totalmente fermo al palo.
Il tasso di disoccupazione, infatti, a febbraio è aumentato.
Per Renzi il rapporto con il sistema industriale non è fatto di strategie di largo respiro,ma di rapporti con questo piuttosto che con quello.La vicenda delle trivelle docet.
Questo modo di operare è tipico di un paese sudamericano ed è un cambiamento, certo, nel senso di un notevole peggioramento.
Buona domenica e buona settimana.

Autonomia primo antidoto per contrastare il califfato islamico.
Non c'è dubbio, siamo alla terza guerra mondiale.
Una guerra diversa rispetto a quelle tradizionali, scatenata con un attacco vigliacco, senza regole, uccidendo persone inermi.
Vogliono costruire il grande califfato islamico:è in atto un'invasione, anche culturale.
Serve una presa di coscienza, una nuova Lepanto.La storia ritorna, con grande puntualità.
Oriana Fallaci aveva previsto tutto,eppure abbiamo ancora chi cerca di nascondere la realtà, trincerandosi dietro un buonismo consapevolmente irresponsabile che serve soltanto a peggiorare le cose.
La difesa dell'autonomia, delle tradizioni, della specificità dei territori è il primo antidoto per contrastare il progetto del califfato islamico.
Buona domenica e buona settimana.

Chiamparino, con il nuovo anno almeno il coraggio della verità.
Si è concluso il 2015. Con un enfatico comunicato la Giunta Chiamparino ha dipinto l'anno appena trascorso come un anno positivo.
Non voglio replicare, se non facendo alcune semplicissime considerazioni basate sui fatti.
La pressione fiscale sotto la gestione Chiamparino è diminuita? No, é aumentata. L'Irpef era stata già portata dall'attuale presidente ai massimi livelli. Adesso si aggiungono le misure che colpiscono il bollo, addirittura per le auto ecologiche e le auto storiche.
La sanità, che rappresenta circa l'80% del bilancio regionale, é migliorata? Basta vedere quello che succede sul territorio. Chiamparino ereditava una realtà che era giunta ad essere la terza miglior sanità italiana, realizzando per la prima volta un pareggio di bilancio. Il sistema era cioè in equilibrio ed in grado di funzionare con le risorse assegnate in base al patto per la salute.
Oggi si va avanti senza una prospettiva e niente di quello che era stato promesso viene realizzato. Pochi giorni fa oltre tremila persone sono scese in piazza ad Acqui Terme, nel silenzio generale.
I grandi progetti? Si continuano a ripetere le stesse cose.
In compenso, si è cancellato tutto il lavoro fatto sulla Città della Salute di Torino dal precedente governo regionale. Lavoro, peraltro, condiviso dallo stesso Chiamparino, allora Sindaco di Torino.
Le aziende piemontesi? Quale tipo di intervento strategico pensa di mettere in campo la Regione? Nessuno, perché la strategia é quella di parlare d'altro.
Potremmo andare avanti con molti esempi.
Non esiste la bacchetta magica e questo va riconosciuto. Il fatto é che chi governa oggi ha detto nel passato talmente tante cattiverie e fatto talmente tante ingiuste strumentalizzazioni che l'immobilismo attuale appare ancora più grave.
Almeno, con il nuovo anno, abbiano il coraggio di dire la verità.
Buona domenica e buona settimana.

La Lega è l'unica possibilità per smantellare il sistema Pd a Torino.
Ieri sera è iniziata la due giorni di festa della Lega Nord a Torino. Questa sera ci sarà Matteo Salvini.

La Lega è l'unica alternativa al Pd e l'abbiamo dimostrato anche con l'organizzazione di questa festa. Dai Cinquestelle non arriva una proposta concreta di cambiamento, dicono di essere contro il sistema e basta. Spesso hanno posizioni confuse, dall'immigrazione, all'economia.

Costruire una Lega forte e solida vuol dire giocarsi l'unica carta possibile per smantellare un sistema di potere che a Torino è radicato da anni.

Tutti alla festa questa sera a Torino al parco della Tesoriera, corso Francia 192.

Buona domenica e buona settimana.

 
 
Sei qui: Home Rubriche Domenica di Roberto Cota